Hai già un piano di Mail Marketing

Ho già introdotto il Mail Marketing in questa pagina e in questo articolo, ma oggi proverò ad approfondire un aspetto differente: la Pianificazione. Avere un piano mail marketing è molto importante per sponsorizzare il proprio marchio, ma come per tutte le cose necessita di fatica e risorse. Il piano di mail marketing permette di mantenere un collegamento costante con i propri clienti o potenziali clienti. Questa regolarità paga a lungo termine.

Chi è il nostro pubblico e cosa vuole?

Questa è la prima domanda da farsi per cominciare. Ovviamente il pubblico dipende dal tipo di servizi o prodotti offerti, ma il metodo di strutturare la mail è sempre uguale. Che si tratti di mamme, atleti o aziende tutti vorranno avere gli stessi servizi, magari un pochino riadattati. Può essere utile pianificare delle piccole rubriche, considerare gli appuntamenti stagionali, le novità di prodotto che si svilupperanno nell’anno.

Con quale cadenza pubblicare? Questa è la seconda domanda. A seconda delle possibiltà di contenuti sviluppabili, e delle novità in cui il brand è protagonista, siano fiere, meeting, ecc… è possibile stabilire la periodicità delle newsletter. A questo punto possiamo preparare un piano di contenuti che dobbiamo riempire. Anzitutto cominciamo a suddividere gli argomenti e distribuirli nei vari appuntamenti. Preparare con anticipo le newsletter consente di poteci riguardare in seguito a mente fredda. Nei sistemi di newsletter è possibile pianificare le partenze mediante funzioni di scheduling.

Quindi la terza domanda è: “Cosa possiamo inserire come contenuto predefinito in ogni mail?” Le opzioni sono tante, soprattutto per un e-commerce, come i prodotti correlati, o informazioni aggiuntive su quello che hanno appena comprato o magari i prodotti in sconto per poterne approfittare.

Piano di mail marketing

I contenuti

Al di là di quello che si inserisce, c’è una cosa importante da non dimenticare: ma io cosa voglio che gli utenti facciano? Mai dimenticare la cosiddetta Call-to-action (Invito all’azione).

Semplice, se si vuole che gli utenti diffondano la notizia sarà bene mettere in mostra le icone dei social in modo che spargano la notizia. Se l’obiettivo è quello di aumentare le vendite allora è necessaria una call-to-action ben visibile sui prodotti in modo che possano facilmente accedere al sito e comprare. Se si vogliono recuperare vecchi utenti un pò assopiti, bisognerà fare in modo che si pentano di essersene andati attraverso dei contenuti strepitosi.

Un invito all’azione

Bene! Adesso che abbiamo strutturato la mail non ci resta che farla partire, ma quando? Dal momento che parte la prima non si possono aspettare mesi per continuare a sollecitare gli utenti altrimenti si dimenticheranno di voi e sarà stato tutto inutile. D’altro canto non si deve assolutamente stressate troppo l’utente che potrebbe stancarsi e abbandonarci.

E tu cosa aspetti? Contattaci se vuoi approfondire questi argomeni relativi al mail marketing!

CONTATTACI
By | 2017-08-22T19:33:04+00:00 martedì, 22 agosto 2017|Web Marketing|0 Commenti