Google cambia la SERP e il suo layout

Il 19 febbraio 2016 Google ha modificato la struttura della SERP ovvero la pagina dei risultati di ricerca che si ottiene quando si esegue una ricerca nella versione desktop.

Google cambia la SERP, come e perché:

  • Viene rimossa la colonna a destra con gli annunci a pagamento di Google AdWords;
  • Google proporrà 4 annunci a pagamento sopra la parte di ricerca organica invece dei 3 precedenti;
  • Nella parte inferiore della pagina saranno proposti altri 3 annunci a pagamento;
  • Gli annunci a pagamento di ogni pagina di SERP passano da un massimo di 11 ad un massimo di 7;
  • L’area a destra della SERP continuerà a riportare annunci di prodotto e approfondimenti.
Google cambia la serp

Nonostante molti esperti del settore fossero a conoscenza di studi da parte di Google a riguardo di possibili cambiamenti delle pagine di ricerca, per molti questi cambiamenti sono apparsi come una vera e propria rivoluzione. Mentre noi confidiamo spesso su certezze abitudinarie, Google non dà mai nulla per scontato e analizza sempre con grande scrupolo le tendenze del pubblico e studia costantemente come migliorare i propri servizi, a suo vantaggio, ovviamente.

Google cambia la SERP, cosa cambia per le persone?

Per gli utenti: la maggior parte degli utenti non noterà grande differenza perché molte ricerche continuano a riportare nell’area di destra gli annunci a pagamento con la foto dei prodotti e i pannelli di approfondimento culturale. Tuttavia l’abbassamento di una “casella” della ricerca organica in favore di un annuncio a pagamento potrebbe risultare un problema per molti utenti alla ricerca di risultati non sponsorizzati. Considerato che gli schermi utilizzati da molti utenti non consentono una visione panoramica verticale molto profonda, saranno sempre più favoriti gli annunci sponsorizzati (area “above the fold”).

Per le imprese: l’eliminazione della sidebar con gli annunci a pagamento significa che lo spazio organico diventa ancora più prezioso e visibile senza ulteriori distrazioni. C’è da immaginare in una ripresa di attenzione sulla SEO al fine di posizionare la propria attività nell’unica classifica ora disponibile.

Per gli inserzionisti: si può prevedere un aumento del costo per clic (CPC medio) per l’aumento della competizione dovuto al calo degli slot disponibili per ogni pagina. E soprattutto per ambire alle posizioni disponibili in testa al blocco della ricerca organica.

Un giudizio su questo cambiamento della SERP di Google

Se Google cambia la SERP un motivo c’è. È scontato affermare che questo sia un cambiamento fondato su una precisa strategia commerciale di Google per guadagnare di più dagli annunci sponsorizzati, Google ha determinato con lucidità e chiarezza che guadagna di più eliminando la colonna laterale di annunci a pagamento e 4 slot a pagina in favore di un annuncio in più sopra la ricerca organica. Una conclusione a cui è arrivata attraverso tracciamenti oculari, movimenti del mouse e una marea di dati statistici sui clic degli utenti.

Il mio giudizio personale è che la ricerca così strutturata è più leggibile e chiara, ma potrà “ingannare” molto meglio gli utenti più ignari. Come per tutte le cose, occorre valutare caso per caso, keyword per keyword come compare la pagina dei risultati, per parole altamente competitive e commerciali probabilmente si dovrà ricorrere massicciamente a strategie basate su Google AdWords, ma per keyword meno competitive o ricerche più specifiche “long tail keyword” avremo una SERP molto più pulita e ordinata che valorizzerà il lavoro dei SEO specialists.

Per approfondire ci sono molti articoli autorevoli:

FAQ: All About The Changes To Google’s Ad Layout On Desktop Search Results

Google kills Right Hand Side Ads: what does this mean for marketers and users?

 

CONTATTACI

VUOI COMPETERE SU INTERNET CON SUCCESSO?

Ti offriamo una vasta gamma di attività di web marketing che si possono attivare su richiesta, oppure calibrando un abbonamento mensile a seconda dei servizi richiesti. Non sottovalutare le opportunità che la rete può offrire oggi alle imprese.
CONTATTACI
By | 2017-07-25T09:33:20+00:00 giovedì, 25 febbraio 2016|Google, Web Marketing|0 Commenti